LA CALL-TO-ACTION: QUANDO L’INVITO ALL’AZIONE DETERMINA IL NOSTRO BUSINESS

LA CALL TO ACTION: QUANDO L’INVITO ALL’AZIONE DETERMINA IL NOSTRO BUSINESS

LA CALL-TO-ACTION: QUANDO L’INVITO ALL’AZIONE DETERMINA IL NOSTRO BUSINESS

LA CALL-TO-ACTION: QUANDO L’INVITO ALL’AZIONE DETERMINA IL NOSTRO BUSINESS

Sicuramente sarà capitato anche a voi di “inciampare” in un’offerta di un prodotto o un servizio su internet e di rimanerne letteralmente folgorati, tanto da acquistarlo nel giro di pochi minuti. Ecco: se da un lato ciò che avete portato a casa è senza alcun dubbio utile e interessante, dall’altro va riconosciuto al messaggio che ha accompagnato quel prodotto o quel servizio il merito di avervi “fatto scegliere”, in altre parole di aver fatto la differenza tanto da invogliarvi ad aprire il portafoglio. Quel messaggio è la cosiddetta “call-to-action”, vale a dire la frase che deve catalizzare l’attenzione del cliente e spingerlo a fare qualcosa nei nostri confronti: può essere un link che rimanda a un modulo o a un download, una richiesta di informazioni, l’iscrizione a una newsletter, l’invito a interagire su un social, in un blog o a effettuare una semplice telefonata, insomma tutto quello che sollecita un’azione nei nostri confronti da parte del pubblico. Qualche esempio? “Leggi qui”, “Scarica ora”, “Acquista ora”, “Chiedi un preventivo” sono tutte call-to-action.

MA QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UNA CALL-TO-ACTION EFFICACE?

La ricetta per la perfetta call-to-action è semplice ma non per questo può essere presa sottogamba. Per essere davvero efficace, deve infatti essere:

  • breve, chiara e diretta;
  • accattivante;
  • deve basarsi su un effettivo vantaggio per il cliente (ad esempio, un risparmio sul costo complessivo, una offerta soggetta a scadenza e non ripetibile, ecc.) o una gratificazione immediata;
  • deve essere riconoscibile graficamente attraverso l’uso di font e colori differenti.

Un altro aspetto su cui si fa leva sul web (ma anche in tv…) è il “senso di urgenza” che scaturisce quando viene lanciata un’offerta a tempo (“valida solo fino a fine mese, fino a mezzanote, fino a esaurimento scorte”, ecc.). Questo meccanismo inconsciamente genera una sensazione di ansia nel cliente che, “messo sotto pressione”, decide di effettuare l’acquisto.

NON SOLO SUL WEB

Tutto quello che abbiamo detto fino ad ora vale per il web ma anche per i classici volantini: se l’obiettivo del nostro flyer è quello di promuovere la vendita di un prodotto, mettiamo in evidenza la promozione di un’offerta speciale oppure invitiamo il cliente a venirci a trovare presso il nostro punto vendita per approfittare di particolari scintistiche a lui riservate; se invece vogliamo promuovere un evento facciamo leva sulla data, i riferimenti stradali (magari con una mappa) e un invito ben leggibile.

Ora che vi abbiamo svelato gli ingredienti principali della perfetta call-to-action, pensate a come utilizzarla: sul web, magari per promuovere il vostro e-commerce? Oppure su un volantino, per lanciare un’offerta a tempo? In ogni caso, per la realizzazione della vostra campagna promozionale potete affidarvi a BMG Immagine, che saprà consigliarvi sulle strategie più indicate per dare nuovo slancio alla vostra attività imprenditoriale.

Clicca qui per saperne di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image